Rigenerazione urbana, skyline rinnovata per Oslo

Rigenerazione urbana, skyline rinnovata per Oslo. Gli architetti Schmidt Hammer Lassen hanno disegnato il masterplan per il nuovo quartiere della capitale novergese.

Skyline rinnovata per Oslo, capitale della Norvegia, grazie al lavoro degli architetti Schmidt Hammer Lassen hanno disegnato il masterplan per il nuovo quartiere multifunzionale di 87.000 metri quadrati che cambierà significativamente il volto della città.

Il nuovo progetto che è uscito vincitore da una competizione internazionale si può riassumere in una sola frase: interazione qualitativa con le strutture esistenti.

Residenze abitative, un hotel, un centro conferenze, spazi commerciali, bar ed uffici. andranno a costituire un progetto che ha anche una forte valenza sociale, grazie al centro diurno di assistenza che punta a costruire un senso di comunità in tutti gli abitanti della nuova zona.

La gerarchia di percorsi è l’elemento qualitativo principale di questo nuovo imponente piano urbanistico: una fitta rete di percorsi carrabili dive l’intero quartiere in cinque zone separate che, a loro volta, si dividono in ulteriori blocchi pedonali.

La giuria ha inoltre apprezzato in maniera particolare la flessibilità del progetto: il masterplan infatti potrà subire modifiche di destinazioni d’uso senza per questo creare problemi di alcun tipo.

Le persone al centro

Eureka Kvarteret, questo il nome del progetto, renderà possibile inoltre la piena integrazione degli edifici preesistenti, il tutto in una visione che vuole sottolineare la continuità tra l’oggi e lo ieri.

L’obiettivo degli architetti Schmidt Hammer Lassen è quello di creare una nuova “vita tra gli edifici” e, conseguentemente, anche tra le persone che animano il quartiere.

Al centro di tutto il progetto dunque le persone, che sono peraltro state coinvolte direttamente dagli architetti che hanno tenuto in grandissima considerazione le opinioni, gli spunti, i pareri e le idee degli abitanti del quartiere, creando di fatto una forte consapevolezza all’interno della comunità sul cambio di skyline che interesserà la città.

Il piano urbanistico norvegese si basa su una disposizione apparentemente casuale delle linee diagonali che generano i lotti, lascia posto a piccoli spazi verdi, piazzette, cortili, un laghetto e zone che favoriscono l’incontro casuale, il dialogo e la sosta.

Trovate maggiori dettagli e la scheda del progetto su Architetti.com