Rigenerazione Urbana, a Padova vanno in scena le Capitali Verdi Europee

Venerdì 10 giugno si apre il ciclo di “Conferenze internazionali” dedicate alla rigenerazione urbana e ai temi delle città sostenibili: l’esperienza di Nantes al centro del primo appuntamento.

La città metropolitana di Nantes è la protagonista della prima conferenza internazionale dedicata alle “Capitali verdi europee”, un ciclo di incontri dedicato al tema della rigenerazione urbana sostenibile, in programma il 10 giugno a Padova nell’Aula Magna Galileo Galilei dell’Università. Il ciclo di conferenze organizzato dall’Ordine degli Architetti, P.P. e C. di Padova e dalla Fondazione Barbara Cappochin ha come obiettivo quello di offrire, attraverso il confronto tra progetti virtuosi e innovativi di rigenerazione urbana sostenibile, esempi di rinnovamento del governo del territorio, coerenti con le nuove esigenze di città vitali, sicure, sostenibili e sane. Il ciclo di conferenze prende spunto dalla positiva esperienza con le Conferenze internazionali dedicate agli Ecoquartieri tenutesi a Padova negli scorsi anni. L’evento del 10 giugno, primo appuntamento in calendario, è organizzato dalla Consulta delle Professioni della Camera di Commercio di Padova dall’Ordine degli Architetti, P.P. e C. di Padova.

Nantes protagonista della prima giornata

La prima parte della giornata dedicata all’esperienza di Nantes e alle strategie per un nuovo Piano per la città di Padova è frutto del lavoro promosso dalla Consulta delle Professioni, in sintonia con l’azione della Camera di Commercio di Padova per l’innovazione e lo sviluppo sostenibile. La seconda parte, curata dall’Ordine degli Architetti di Padova e dalla Fondazione Barbara Cappochin, si concentrerà sul ruolo delle capitali verdi europee. La metropoli francese è una della città europee che è riuscita a riabilitare e riconvertire, con successo, una vasta area  industriale, abbandonata dopo la chiusura nel 1980 del cantiere navale, rilanciando il suo tessuto urbano, grazie a interventi strategici nei differenti campi della pianificazione: gestione delle infrastrutture, regime delle acque, inclusione sociale, cultura, commercio, sanità, lavoro, ecologia e biodiversità.

Le altre capitali verdi d’Europa

I prossimi appuntamenti del ciclo di Conferenze saranno centrati, a luglio, sulle esperienze di EssenAmburgo, a settembre, su quelle di Lubiana e Bristol. La sintesi di queste esperienze verrà in seguito illustrata in un evento che si terrà a Roma nel corso del quale verranno lanciate le proposte, in tema di rigenerazione urbana sostenibile, elaborate dal Consiglio Nazionale degli Architetti unitamente alla Conferenza Nazionale degli Ordini.

«L’obiettivo del Ciclo di conferenze – dichiara Liliana Montin, Presidente dell’Ordine degli Architetti, P.P. e C. di Padova  – è quello di portare nella città di Padova le esperienze di rigenerazione urbana di diverse capitali verdi europee come Nantes che, attraverso scelte coraggiose e innovative, ha realizzato un salto di qualità sotto il profilo della sostenibilità non solo urbanistica ed architettonica, ma anche sociale ed economica, puntando su un dialogo intenso tra società, politica e imprenditoria».

«Fare tesoro dei modelli virtuosi realizzati al di fuori dei nostri confini è il modo migliore per poter affrontare anche nel nostro Paese con un approccio finalmente strategico ed integrato, iniziative di rigenerazione urbana sostenibileGiuseppe Cappochin, coordinatore di UrbanMeta, Presidente della Fondazione Barbara Cappochin e Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori – quello che oggi manca nel nostro Paese rispetto alle capitali verdi europee è una politica condivisa sul futuro delle città e delle periferie e un  grande progetto d’investimento di idee e denaro sulle politiche urbane».

«Il rilancio della città e del suo territorio – dichiara il Presidente della Camera di Commercio di Padova, Fernando Ziliodeve necessariamente passare per una nuova dimensione urbana incentrata sulla sostenibilità ed integrazione di tutte le diverse componenti, dall’aspetto sociale a quello architettonico ed economico, puntando a sviluppare un ambiente urbano digitalizzato. La Camera di Commercio ha lanciato il Progetto Padova 4.0, ben radicato su queste parole chiave: competitività, attrattività e mobilità sostenibile. E’ perciò anche con queste sfide progettuali di dimensione europea che si può puntare a migliorare la qualità della vita e soddisfare le esigenze di cittadini, imprese e istituzioni».